La pittura di Giovanni Cecchini

Il mondo di Giovanni Cecchini è fantasioso, onirico, affollato di emozioni dalle quali scaturiscono linee sinuose che si accavallano e, talvolta, si compenetrano conferendo ai quadri la vitalità e il ritmo di un “crescendo” musicale.

L’artista usa una tecnica pittorica tradizionale e decisamente figurativa; tutte le opere sono accomunate da un marcato simbolismo accentuato anche dall’uso del colore e riflettono vicende della vita reale poi rielaborate nell’immaginario del pittore.

Realtà e sogno, dunque, per l’artista convivono nel nostro mondo interiore come il Bene e il Male coesistono nella parte più intima di ciascuno di noi, pronti a scaturire dalle zone meno conosciute della nostra psiche a seconda delle situazioni, mentre la Natura è vista come una presenza partecipe qualche volta in modo positivo, altre in senso negativo, ma mai indifferente alle vicende umane.

Simonetta Ostinelli